MODA UOMO

15 tendenze per la moda uomo primavera estate 2020


Lo si è già detto tante volte: le fashion week stanno vivendo un periodo di forte mutamento. E se quella dedicata al prêt-à-porter femminile si è fortemente ridimensionata e spezzettata, con New York quasi scomparsa dai radar della rilevanza e Milano accorciata a cinque, fittissimi giorni, e le presentazioni collaterali delle pre-collezioni sono ormai un must per i grandi stilisti, le rassegne maschili hanno dato un segnale positivo con la stagione primavera estate 2020, tra Pitti (dall’11 al 14 giugno), Milano (dal 14 al 17 giugno) e Parigi (dal 18 al 23 giugno).

Firenze si è caratterizzata per il gran numero di passerelle che ha ospitato: l’hanno scelta Marco De Vincenzo, Salvatore Ferragamo, GivenchyMSGM e Sterling Ruby. E poi l’esposizione, con i suoi 1200 marchi e i 30.000 visitatori: numeri in leggera flessione allo scorso anno, ma positivi considerato l’andamento del mercato attuale. «Avevamo previsto un rallentamento delle presenze al Pitti Uomo – dice Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine – ma, grazie alla nostra leadership, abbiamo retto molto bene. Ma è vero che la distribuzione sta cambiando sotto i nostri occhi: oggi un compratore di una grande piattaforma online pesa quanto decine di boutique specializzate anni fa». Milano, invece, ha aperto i propri spaziGiorgio Armani ha sfilato nei giardini di Via Borgonuovo, Fendi a Villa Reale a Milano, Ermenegildo Zegna alle ex industrie Falck a Sesto San Giovanni, Sunnei negli spazi riqualificati di Rubattino. A Parigi la notorietà di Virgil Abloh non cede il passo: le sue sfilate per Off-White (brand fondato da lui a Milano nel 2012) e Louis Vuitton (di cui è direttore creativo per la linea maschile) confermano il grande trend della commistione tra streetwear e lusso, cavalcato anche dalle altre due star del panorama, Kim Jones per Dior e Kris Van Assche per Berluti.

Ma cosa andrà di moda per la primavera estate 2020? Ecco le 15 tendenze da appuntarsi.

1. Declinazioni del marsupio (Berluti, Off-White, Versace, Emporio Armani, Les Hommes)
2. Viaggio a Oriente (Valentino, Dsquared2, Palm Angels, Sacai)
3. Vintage blazer (Celine, Gucci, Marco De Vincenzo)
4. Bucket Hat (Louis Vuitton, Off-White)
5. Eleganza senza sforzo (Giorgio Armani, Ermenegildo Zegna)
6. Sandalo avvolgente (Hermès, Loewe)
7. Les Beiges (Fendi, Marco de Vincenzo, Hermès)
8. Seventies (Givenchy, Celine)
9. Tropical (Dolce&Gabbana, Etro)
10. Pop colors (Louis Vuitton, Berluti, Heron Preston, Ami, Sunnei, Emporio Armani)
11. Zaino XXL (Valentino, Emporio Armani, Dsquared2, Dior)
12. Scene da film (Etro, Marcelo Burlon County of Milan)
13. Tye-Dye (Marcelo Burlon County of Milan, A COLD WALL, Palm Angels, MSGM )
14. Ritorno al futuro (Fendi, Les Hommes)
15. Animalier (Versace, Dolce&Gabbana, MSGM, Dries Van Noten)