NOTIZIE CRONACA

Di Maio e Salvini sono ‘il gatto e la volpe’, Conte è Pinocchio: Tv-Boy disegna il governo gialloverde


ROMA – Chissà se dura, stavolta. Nella notte cinese di Roma, invasa dal corteo presidenziale e dalla sicurezza per la visita di Stato di Xi Jinping, nella Capitale sono rispuntate tre opere corrosive e sbeffeggianti di Tv-Boy, l’artista palermitano che da anni vive a Barcellona e che esattamente un anno fa regalò ai muri del centro il bacio gay tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio, rimasto su poche ore ma diventato un’icona definitiva della strana liason di governo tra i macisti e gli onesti di Lega e Cinque Stelle.

Riecco Di Maio con Salvini, dunque, ma stavolta con loro c’è anche il premier Giuseppe Conte: a un anno esatto dal murale del bacio gay – fatto immediatamente cancellare dalla sindaca Virginia Raggi o dai suoi zelanti subordinati – stanotte sui muri di Roma è spuntato “Il Gatto e la Volpe”, un’opera  affissa in vicolo della Torretta, a due passi dal Parlamento e da Palazzo Chigi. Nel murale, realizzato con tecnica mista spray su carta e affissione sul muro, i due vice premier hanno le sembianze del Gatto e della Volpe di Collodi. Tra loro, ingenuo e ingessato dai suoi arti di legno, ecco Pinocchio con il viso del premier Conte, ingannato e spinto a candidarsi come presidente del Paese dei Balocchi.

rep

“L’opera – spiega Tv-Boy nella didascalia affissa, con tanto di QRcode, accanto all’opera come in un museo a cielo aperto – fa riferimento alle pesanti critiche ricevute da Conte da parte del capogruppo dei Liberaldemocratici, Guy Verhofstadt, che lo scorso 12 febbraio, a Strasburgo, lo definì un burattino nelle mani di Salvini e Di Maio“.  Durerà poco anche stavolta? “Chissà, in realtà non è nemmeno chiaro chi abbia dato l’ordine di cancellare quello dell’anno scorso – dice l’artista – e chi è intelligente lo gira a proprio vantaggio. Salvini di quel bacio gay disse “non mi piace, ho altri gusti”, scherzandoci su. La Raggi non so se è spiritosa o permalosa: vedremo, in ogni caso la inviterò alla mia mostra”.

Il Gatto e la Volpe non è l’unica nuova opera firmata nella notte dal Banksy italiano: in via dei Pianellari – dove un anno fa esatto Tv-Boy aveva realizzato un murale con Giorgia Meloni in veste di volontaria, con un bimbo nero in braccio, è apparso “L’arte è per sempre”, un murale dedicato proprio alla sindaca Raggi e al suo governo cittadino così solerte nel cancellare il dissenso anche quando è espresso in forma artistica. Un anno fa le fece sparire tutte in poche ore, le opere di Tv-Boy: da “Amor Populi” – il bacio tra Salvini e Di Maio – a “Viva le buche, abbasso i murales”. Qui invece cancella in tempo reale “L’arte è per sempre” che un Tv-Boy di cartapesta sta scrivendo con lo spray.

in riproduzione….

Lo street artist palermitano, il cui vero nome è Salvatore Benintende, ha poi affisso un terzo murale in vicolo degli Osti: lì accanto, dove c’è un edificio espropriato al Vaticano, un anno fa aveva realizzato un papa Francesco con la divisa da supereroe. Cancellato come gli altri dalla pubblica amministrazione, era stato ricalcato a pennarello da chissà chi. Il nuovo murale ritrae papa Francesco con un bambino sulle spalle mentre scrive “Stop Abuse” con la bomboletta: “È un augurio alla risoluzione di una questione, delicata e dolorosa, come quella degli abusi sessuali sui minori da parte di uomini della Chiesa: per troppo tempo è stata un tabù e papa Francesco ha iniziato ad affrontarla apertamente all’interno e all’esterno del Vaticano”, spiega Tv-Boy nella didascalia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *