NOTIZIE FASHION

Prada dice addio alle pellicce


Anche Miuccia Prada dice addio alle pellicce, dalla collezione primavera estate 2020 non saranno più usate sia per Prada che per Miu Miu.

Miuccia Prada si unisce agli altri designer e alle altre case di moda e dice addio alle pellicce, non verrà più usata sia per la linea principale Prada che per Miu Miu. La stilista ha precisato che dalla collezione primavera estate 2020, che sfilerà a Milano a settembre, non sarà più utilizzata la pelliccia, quindi è normale trovare ad oggi capi in cui è ancora presente.

Dire addio alla pelliccia è una scelta importante per un marchio come Prada che l’ha sempre utilizzata, l’ha trasformata, colorata e resa fashion e attuale, allontanandola dai soliti stereotipi della classica pelliccia come status symbol per le donne di una certa età. Prada ha lavorato moltissimo con questo materiale e siamo contenti che abbia scelto di farne a meno per prendersi un po’ di responsabilità e fare la sua parte per salvaguardare la natura, gli animali e l’ambiente.

Miuccia Prada ha dichiarato:

“Il Gruppo Prada s’impegna per l’innovazione e la responsabilità sociale. La nostra politica anti-pelliccia è un’estensione di tale impegno. Concentrarsi su materiali innovativi consentirà all’azienda di esplorare nuovi confini della creatività, soddisfacendo al contempo la domanda di prodotti etici“.

Miuccia Prada

Joh Vinding, Presidente della Fur Free Alliance, si è complimentato con il marchio milanese e ha dichiarato:

“Il gruppo Prada si unisce ora a un elenco crescente di marchi senza pelliccia che rispondono al cambiamento di atteggiamento dei consumatori verso gli animali”.

Joh Vinding

Finalmente qualcosa nel mondo della moda sta cambiando e non solo a parole ma con i fatti, con scelte drastiche e rivoluzionarie che per noi sono poca cosa, ma per loro sono una vera rivoluzione. Speriamo che nel tempo il mercato di pelle e pelliccia possa essere archiviato completamente per passare a materiali ecologici, sostenibili per l’ambiente e duraturi nel tempo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *