NOTIZIE CRONACA

Protesta del latte: assalto a cisterna nel Nuorese il giorno delle elezioni


NUORO – Nessuna tregua dei pastori che protestano per il prezzo del latte anche il giorno delle elezioni regionali in Sardegna. Poco dopo le 9.30, un camion cisterna che trasportava latte è stato bloccato nei pressi di Orune, nel Nuorese. L’assalto è stato effettuato da quattro uomini con i volti coperti e armati di fucile. Il “commando” ha costretto l’autista del camion a uscire dall’abitacolo e a sversare il latte sull’asfalto. Sul posto sono intervenuti polizia e carabinieri.

La protesta degli allevatori nei confronti delle grandi aziende e cooperative che comprano il latte di pecora a 55 centesimi il litro era iniziata nei primi giorni di febbraio e via via ha preso corpo: blocchi del traffico, stop ai mezzi pesanti degli autotrasportatori del latte e prodotto buttato in strada. Succesivamente si sono verificati danneggiamenti a caseifici e accerchiamenti violenti. L’intervento del ministro delle Politiche agricole, Gian Marco Centinaio, aveva portato a una prima intesa: latte venduto dagli allevatori a 72 centesimi il litro. Le proteste perà, spesso aggressive, non si sono fermate. In queste ore la Procura di Nuovo ha fatto partire i primi dieci avvisi di garanzia per i blocchi stradali.

In queste ore le prefetture di Nuoro, Sassari e Cagliari hanno allestito un controllo maggiorato sul territorio e, ovviamente, ai seggi.