NOTIZIE CRONACA

Torino, avvocato in cella per maltrattamenti: il giudice in aula ordina l’arresto


Un avvocato civilista di Napoli, Antonio Ciotola, 45 anni, è stato arrestato questa mattina dalla polizia municipale a Torino. Era a processo per maltrattamenti in famiglia nei confonti dell’ex compagna e della figlia minorenne. Oggi è iniziato il dibattimento e si è tenuta la prima udienza. L’uomo è assistito agli avvocati Stefania Grazini di Torino e Massimo Lanfranco di Torre Annunziata. Il provvedimento, disposto dal giudice, è stato notificato ed eseguito oggi.

I legali hanno già annunciato che presenteranno ricorso al Tribunale del Riesame. L’uomo, principe del Foro di Napoli, ha famiglia a Torino: non è sposato, ma ha alle spalle una convivenza. In pieno dibattimento il giudice ha disposto l’arresto dell’imputato. Cosa alquanto inusuale perché si adotta solo per gravi motivi. L’avvocato si trova tuttora in carcere a Torino. Il motivo? Nonostante gli fosse stato vietato di avvicinarsi alle due donne, l’uomo secondo l’accusa avrebbe continuato a cercare di contattare l’ex convivente, inviandole centinaia di messaggi ed e-mail e chiamandola ripetutamente al telefono.

Il magistrato alla luce di questa sua condotta ha quindi chiesto l’aggravamento della misura cautelare. Gli episodi contestati risalgono al 2018. Sempre secondo l’accusa, il civilista avrebbe ripetutamente picchiato e insultato l’ex fidanzata di fronte alla figlia, fumava molto e non le permetteva di aprire le finestre. E ancora, non lasciava la donna uscire di casa.     
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *